Wlog – Un colpo solo

Se ve lo siete perso…

Un testo di sentimento e di leggerezza in equilibrio tra dramma e lieto fine. Un brano delicato che vuole essere una dedica a chi ha intrapreso, o sogna di intraprendere, un viaggio per la realizzazione. “Un colpo solo” e’ riscatto, avventura e cambiamento. Nel brano è centrale la spinta del sentimento amoroso come stimolo e innesco dell’azione di coraggio. Fari puntati sull’atto di abbandono netto dell’ambiente vicino che si è fatto freno dei propri sogni. Da un lato l’attaccamento alle proprie sicurezze (casa, città, famiglia, amici) e dall’altro la voglia di evadere. Un brano di oggi, ma anche di ieri. Bastano l’amore, un treno e quattro tessere per realizzare un sogno.

In questo brano wLOG concentra in tre minuti una forte melodia che scorre veloce e leggera sia nel ritornello che nelle strofe e che si alterna a vari registri adattandosi al testo con grande naturalezza. I suoni sono elettronica con il groove del basso e della grancassa peculiari di wLOG. Per quanto il tempo sia sostenuto a 115 bpm il mood riesce a essere morbido e ovattato. I suoni sono sperimentali nelle strofe con synth che richiamano ricordi, infanzia e tenerezza, ma anche la sfrontatezza della periferia. Nel ritornello archi decisi creano una polifonia classica a richiamo della tradizione cantautorale Italiana per dare pathos e sentimento ad un cantato non urlato o sforzato, che accentua la timbrica personale del cantante. la melodia è particolare, ma fluida all’ascolto. La canzone inizia con un sound scanzonato e sollevato che si completa con un finale sospeso ed emozionante dove i synth sono protagonisti.