Quattro chiacchiere con Tiziano Torri

Raccontaci un po’ del tuo percorso artistico…
Diciamo che il mio percorso artistico è alquanto acerbo, sono agli inizi, è uscito il 5 febbraio il mio primo singolo “Aeroplani” e da lì ho iniziato a costruire…

Raggiungere un proprio stile e identità, quanto è importante per un musicista?
Tanto, credo che solo l’unicità ti possa permettere di emergere.

Parliamo della tua ultima fatica, come nasce?
Nasce in una notte di novembre del 2020 era da tempo che mi ronzava questa melodia in testa, di getto ho scritto le parole, avevano urgenza di uscire dalla mia testa.

Hai un particolare progetto ideale e concettuale cui arrivare come massima aspirazione?
Per ora no, prendo tutto come viene, sto lavorando e scrivendo per fare nuova musica e alzare l’asticella.

Perché i nostri lettori dovrebbero ascoltare la tua musica?

Perché possono ritrovarsi in parole semplici ma d’impatto, perché sono parole sincere che possono far riflettere sul fatto che non bisogna vergognarsi di chiedere alla persona che ci fa bene di rimanere.